Breve storia dell’America’s Cup

Pubblicato il: 10/07/2015

L’America’s Cup nasce il 22 agosto 1851 con la sfida tra il Royal Yacht Squadron britannico, forte di 14 imbarcazioni, e il New York Yacht Club, che partecipò con schooner America, dal nome di questa goletta nasce il termine "America's Cup".

La gara si svolse in un percorso attorno all'Isola di Wight, America vinse con 8 minuti di distacco sulla seconda barca, la britannica Aurora, aggiudicandosi la coppa che era stata messa in palio per celebrare la prima esposizione universale di Londra.

Una leggenda metropolitana dell’epoca racconta che la regina Vittoria, saputo della vittoria di America, avrebbe chiesto quale barca fosse arrivata seconda, sentendosi rispondere "There is no second, your Majesty". Da qui nascerebbe il motto dell'America's Cup "There is no second" (non c'è secondo).

Inizialmente il trofeo in palio si chiamava "Coppa delle cento ghinee" o anche "Queen's Cup", infatti, nel 1948 il Royal Yacht Squadron lo commissionò all’orafo Robert Garrard, gioielliere della corona, che realizzò una brocca d’argento massiccio di 3,8 chili, del valore di “100 ghinee”.

Nonostante gli inglesi si sentissero punti nell’orgoglio e cercassero di rivincere la coppa, il New York Yacht Club riuscì a restare imbattuto per 25 sfide nell'arco di 132 anni, la più lunga serie vincente nella storia dello sport. Le regate si tennero nelle vicinanze del porto di New York fino al 1930, quindi si spostarono al largo di Newport per il resto del periodo in cui il NYYC detenne il trofeo.

Nel 1983 Australia II vinse l'America's Cup in sette regate, battendo Liberty e interrompendo l'imbattibilità statunitense, durata 132 anni. Quell’edizione vide l’esordio di Azzurra, che si classificò terza tra gli sfidanti.

Dennis Conner, lo skipper sconfitto di Liberty si prese la rivincita quattro anni dopo, riportando la coppa negli Stati Uniti, con Stars and Stripes, in rappresentanza del San Diego Yacht Club, in quell’edizione parteciparono due barche italiane: Azzurra e Italia.

L’edizione del 1992 portò alla ribalta mondiale Il Moro di Venezia, che contese la coppa con America. La gara tra le due barche coinvolse tutti gli appassionati delle regate, che per la prima volta poterono ammirare un team italiano mentre contendeva agli americani la vittoria dell’America’s Cup.

Nel 2000 il team New Zeland s’impose su Luna Rossa, condotta dallo skipper Francesco de Angelis.

Le edizioni 2003 e 2007 furono vinte dagli svizzeri di Alinghi, mentre quelle del 2010 e 2013 dagli statunitensi di BMW Orange Racing.

 

Email Facebook Share on Google+ Twitter Fancy

Ultime notizie pubblicate

Bandiera ITA 49 LO VOGLIO

Bandiera ITA 49

€89.00

rossomoro
Quantità
Bandiera realizzata sulla base della bandiera originale del Moro di Venezia. Misure 100x100 cm
€89.00
Borsa Bitta Carbon Edition ITA 71 Borsa Bitta Carbon Edition ITA 71 LO VOGLIO

Borsa Bitta Carbon Edition ITA 71

€365.00

carbon
Quantità
Borsa Bitta realizzata con vela usata in fibra di carbonio e pelle scamosciata con ricamo in contrasto.   
€365.00
SALE
Borsa uomo donna pelle scamosciata e vela ITA 28 Borsa uomo donna pelle scamosciata e vela ITA 28 LO VOGLIO

Borsa uomo donna pelle scamosciata e vela ITA 28

€239.00 €299.00

giallo
rossomoro
verde
marrone
Quantità
Borsa Cubetto realizzata con vela usata e pelle scamosciata colorata con ricamo in contrasto. 
€239.00
€299.00
Occhiali da sole ITA 134 Occhiali da sole ITA 134 LO VOGLIO

Occhiali da sole ITA 134

€38.00

Quantità
Occhiali da sole in resina categoria 3.Lente nera.Protezione UV del 100%.Logo sulla lente
€38.00
Orologio al quarzo edizione 2015 Orologio al quarzo edizione 2015 LO VOGLIO

Orologio al quarzo edizione 2015

€79.00

ARANCIO
BLU
NERO
VERDE
VERDE-BIANCO
VERDE-NERO
Quantità
 Orologio con movimento al quarzo. Cassa: policarbonato con ghiera girevoleImpermeabilità: 3ATMVetro: minerale Cinturino: tessuto, 20 mm Fondello: ...
€79.00